Cortile della Seta

Via Moscova 33  Milano – Italia

2017 - 2021

Superficie: circa 25.900 m²

Team di lavoro

  • Committente: Savills Investment Management Sgr
  • Concept, progetto architettonico: ASTI Architetti
  • Project & Construction Management: EUROTEKNA Group
  • Progetto e DL strutture: CeAS Centro di Analisi Strutturale Srl
  • Progetto, DL impianti e Collaudi: ESA engineering 
  • Progettazione Acustica e Collaudi: ESA engineering 
  • Consulenza Energetica: ESA engineering 
  • Progettazione antincendio: FRANZOSI Group, ESA engineering
  • Consulenza Geologica e Geotecnica: Studio Ghezzi
  • Certificazione ambientale LEED: ESA engineering
  • Fotografie: Moscova 33

Il progetto

L’immobile è un complesso sito nel centro storico di Milano, nei pressi della stazione ferroviaria di Porta Garibaldi. Cortile della Seta è un palazzo progettato a fine ‘800. Colpito dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, venne ricostruito e ampliato dall’architetto Caccia Dominioni, che ne volle mantenere l’aspetto ottocentesco. La nuova costruzione fu inaugurata nel 1954.

Oggi, un intervento di ristrutturazione completa esalta la storia proiettandolo nel futuro. Armonia formale e accenti di contemporaneità all’esterno, delineano, al contempo, spazi moderni e multifunzionali all’interno. Il piano interrato ospita autorimessa, depositi e locali tecnici. Una corte protetta, attività commerciali e uffici trovano spazio al piano terra e mezzanino. Dal piano primo al quinto, infine, sono stati realizzati spazi di lavoro innovativi e high tech. In particolare, gli ultimi due piani di acciaio e vetro, costituiscono un luogo privilegiato, immerso nella luce, affacciato su Milano. L’edificio si estende su 25.900 mq di area totale, di cui 23.800 mq di spazi ufficio efficienti e flessibili e 2.100 mq di superficie retail.

La filosofia progettuale di ESA engineering è stata volta alla realizzazione di spazi moderni e multifunzionali, in un’ottica di efficienza e flessibilità. L’impianto di climatizzazione per il riscaldamento invernale e il condizionamento estivo degli edifici è di tipo centralizzato, tramite l’utilizzo di pompe di calore/chillers e condensazione ad acqua. L’intervento in progetto fa della sostenibilità ambientale un suo obiettivo primario, grazie alle tecnologie costruttive prescelte, in grado di ridurre i consumi energetici mediante l’utilizzo di energie alternative e rinnovabili. Le pompe di calore utilizzano un fluido refrigerante ecologico ed hanno elevate prestazioni. Consentono, inoltre, di evitare emissioni in atmosfera derivanti da prodotti della combustione. L’installazione interna degli impianti è funzionale per il contenimento del rumore esternamente all’edificio. A protezione del complesso è previsto un impianto antincendio, costituito da idranti UNI 45, esteso a tutti i piani. Il locale pompe è dotato di sistema di ventilazione meccanica per l’estrazione dei fumi con reintegro di aria esterna, e protetto da sprinkler. Il progetto di via Moscova 33 include, inoltre, un impianto fotovoltaico della potenza complessiva di 62,1kWp installato in copertura.

L’attività di modellazione energetica ha seguito l’evoluzione del progetto fin dalla fase di design. Elaborare un Energy Modeling che permettesse di soddisfare tutte le richieste dei dati necessari è stato indispensabile per il successivo processo di certificazione LEED livello Gold

2770EN_finito3
2770EN_finito5
Torna al portfolio